Omofobia: “il lavoro non è finito”

Pelin Kandamir Bordoli è da poco meno di un mese la neo presidente del Gran Consiglio del Canton Ticino. La quinta donna a ricoprire la carica di presidente del Legislativo cantonale lo scorso sabato era, come molti altri, presente a Lugano, dove il Pride svizzero è stato ospitato per la prima volta in Ticino. A parlare dal palco, oltre al sindaco di Lugano Marco Borradori, al municipale Roberto Badaracco e al consigliere federale Ignazio Cassis, c’era anche lei. Le abbiamo chiesto quale sia a suo avviso l’importanza di una manifestazione come questa. Sull’omofobia, un tema che di cui lei si è molto occupata in passato, ci spiega, c’è ancora del lavoro da fare…

Omofobia: “il lavoro non è finito”

Omofobia: “il lavoro non è finito”

Giugno 04, 2018 - 04:50
Posted in:

La presidente del Gran Consiglio al Pride di Lugano.

Pelin Kandamir Bordoli è da poco meno di un mese la neo presidente del Gran Consiglio del Canton Ticino. La quinta donna a ricoprire la carica di presidente del Legislativo cantonale lo scorso sabato era, come molti altri, presente a Lugano, dove il Pride svizzero è stato ospitato per la prima volta in Ticino. A parlare dal palco, oltre al sindaco di Lugano Marco Borradori, al municipale Roberto Badaracco e al consigliere federale Ignazio Cassis, c’era anche lei. Le abbiamo chiesto quale sia a suo avviso l’importanza di una manifestazione come questa. Sull’omofobia, un tema che di cui lei si è molto occupata in passato, ci spiega, c’è ancora del lavoro da fare…