Pardo 2019. Mi è semblato di vedele un gatto...

Pardo 2019. Mi è semblato di vedele un gatto...

Agosto 15, 2019 - 16:43

Locarno Festival. Concorso internazionale 2019. Ha il sapore del documentario Cat in The Wall, il primo lungometraggio di fiction del duo registico Mina Mileva e Vesela Kazakova.

Siamo passate alla fiction per una questione di sopravvivenza, ci dicono in conferenza stampa le due registe, visti i problemi che abbiamo avuto con i tre documentari (Uncle Tony e Three Fools and The Secret Service nel 2014, The Beast is still Alive nel 2016, ndr.).
 
Tra il serio e il faceto ci si addentra nella realtà di Irina, madre single di origine bulgara ed emigrata a Londra, dove vive col fratello e il figlioletto. Tra mille ostacoli, ingiustizie, atteggiamenti razzisti, non manca una sottile vena umoristica, come l’incidente accorso al gatto del titolo.

Affronta moltissimi temi questo film ed è forse questo il suo maggior difetto: tra questione migratoria, atteggiamenti razzisti, Brexit e, di nuovo, gentrificazione, The Cat in The Wall pare una polaroid scattata velocemente e pertanto un tantino sfuocata. Se ne intuiscono i contorni, ma i soggetti non sono netti nonostante l’imprinting documentaristico che si respira guardando il film.