Parigi: raid in Belgio contro i terroristi. L'Europa si blinda

Parigi: raid in Belgio contro i terroristi. L'Europa si blinda

Novembre 19, 2015 - 13:02
Posted in:

La polizia belga sta effettuando degli interventi per scovare persone vicine a Bilal Hadfi, uno dei kamikaze dello Stade de France. L'Unione europea si prepara a introdurre controlli più severi contro il terrorismo.

Sono sei i raid che la polizia belga ha avviato nelle scorse ore a Molenbeek e in altre aree di Bruxelles. L'obbiettivo delle forze di polizia è quello di trovare persone vicine a Bilal Hadfi, il kamikaze che si è fatto esplodere nei pressi dello Stade de France nel corso degli attacchi a Parigi.
Sempre nella giornata di oggi il premier francese Manuel Valls ha dichiarato davanti all'Assemblea nazionale che "l'immaginazione macabra" dei mandanti del terrorismo islamico "non ha limiti", e "oggi non possiamo escludere niente", ci può anche "essere il rischio di armi chimiche e biologiche".
Anche l'Unione europea si prepara ad affrontare la minaccia rappresentata dallo Stato islamico. Nella bozza di conclusioni del Consiglio interni straordinario di domani, di cui l'agenzia di stampa italiana Ansa ha riportato il contenuto, si può leggere che "gli Stati membri si impegnano ad effettuare i necessari controlli sistematici e coordinati alle frontiere esterne, anche per i cittadini dell'area di libera circolazione".
Tra le misure indicate per rafforzare le frontiere ci sono l'aggiornamento di database e sistemi elettronici di controllo ai confini con connessioni agli archivi elettronici di Europol e Interpol; la registrazione sistematica e la raccolta delle impronte digitali di tutti i migranti che entrano nell'area Schengen, oltre a controlli di sicurezza in base al Sistema di informazione Schengen 2, il database dell'Interpol Sltd ed altri.
Sono prevede anche l'impiego di squadre di intervento rapito (Rabit) e di polizia alle frontiere per garantire i controlli di sicurezza e un monitoraggio sistematico.