Persi 40’000 posti di lavoro in alberghi e ristorazione

Persi 40’000 posti di lavoro in alberghi e ristorazione

Maggio 14, 2021 - 12:26
Posted in:

Solo nel primo lockdown. Il presidente di Gastrosuisse stima in ulteriori 10’000 posti la perdita relativa al secondo lockdown.

40’000 posti di lavoro persi nell’alberghiera a livello svizzero, più altri ulteriori probabili 10’000 in relazione alla seconda ondata. Sono queste le cifre su cui si china in un’intervista ai giornali del gruppo Tamedia il presidente nazionale di Gastrosuisse. I 40’000 posti di lavoro in meno in questo settore, dovuti alla chiusura di molte aziende, sono relativi alla prima ondata e calcolati dalla Seco (Segreteria di Stato dell’economia). Gli effetti del secondo lockdown non sono compresi nel calcolo della Seco. Il presidente di Gastrosuisse gli stima in ulteriori 10’000.

Secondo quanto spiegato da Plazer a soffrire maggiormente sono state le imprese legate al turismo d’affari e quello correlato ad eventi e manifestazioni. Sembrerebbero invece andare in generale meglio le aziende situate in montagna, in campagna e nelle zone lacustri. Ad inizio marzo un sondaggio dell’associazione di categoria stimava che due terzi delle ditte attive nei settori della ristorazione e alberghiero avessero problemi finanziari. Il 20% era chiuso a tempo indeterminato, percentuali che sono leggermente diminuite nel sondaggio di aprile.