Piano di Magadino - Un passo avanti

Piano di Magadino - Un passo avanti

Maggio 10, 2019 - 12:12
Posted in:

Publichiamo il seguente comunicato stampa del Comitato a sostegno del progetto per le opere di fluidificazione del traffico sul Piano di Magadino.
 

Tra poco più di una settimana la popolazione ticinese sarà chiamata al voto per esprimersi - tra i diversi temi - sull’introduzione delle opere di fluidificazione del traffico sulla strada cantonale tra Cadenazzo e Quartino; proposte elaborate da specialisti del settore e fatte proprie da Consiglio di Stato, Gran Consiglio e Commissione intercomunale dei trasporti.
Il tratto stradale raggiunge regolarmente la saturazione causando costi, disagi e perdita di attrattiva per tutta la regione. Le principali intersezioni sono gestite esclusivamente dalle piccole rotatorie che hanno ormai 30 anni; rotonde in passato tanto auspicate per garantire viabilità e sicurezza, ma oggi sempre più penalizzanti e superate poiché non più in grado di gestire non solo l’attuale carico di traffico, 28mila veicoli al giorno (20% in più rispetto al 1995), ma anche il nuovo contesto, ormai urbano, che si è creato con il forte aumento di insediamenti che il Piano ha conosciuto negli ultimi anni.
L’obiettivo del Cantone è quello di sostituire 3 delle 6 rotonde tra Contone e Quartino (le più vecchie e di piccole dimensioni) con impianti semaforici centralizzati e intelligenti che garantiranno un’onda verde sul tracciato principale e che permetteranno di ridurre i tempi di percorrenza nelle ore di punta, passando dagli attuali 29 minuti sull’asse Bellinzona-Locarno a 14, a vantaggio della fluidità sull’asse principale. Inoltre verrà garantita priorità al trasporto pubblico e maggiore sicurezza a ciclisti e pedoni. Il tempo che gli abitanti del posto perderanno nell’attesa di immettersi sul tracciato principale sarà poi compensato da quello che guadagneranno circolando sulla stessa.
Il Locarnese tutto punta sul nuovo collegamento veloce A2-A13 in galleria che, dopo aver ottenuto ampio consenso in Ticino, ora si trova a Berna in consultazione. Altro vettore importante per la mobilità è certamente il trasporto pubblico per i quale tutti, Confederazione, Cantone e Comuni sono impegnati al massimo. Tuttavia, in attesa di questa soluzione che verrà realizzata non prima del 2030-2035 occorre agire subito con misure complementari per poter garantire nei prossimi anni sull’asse viario Cadenazzo-Quartino condizioni di viabilità accettabili, evitando così anche dannosi travasi di traffico verso la sponda destra Sementina-Gudo-Riazzino e verso le vie interne al Piano.
Quella in votazione è al momento l’unica misura realizzabile in tempi brevi e con un investimento abbastanza contenuto: 200’000 CHF l’anno per 15 anni. Dire si a questo credito significa cercare di dare una boccata d’ossigeno a tutto il Locarnese e al Piano di Magadino, a complemento del prospettato potenziamento del trasporto pubblico (verranno spesi quasi 50 milioni in più tra Comuni e Cantone ogni anno) e in attesa dell’auspicato collegamento veloce A2-A13 in galleria.
 
 
Fabio Abate Consigliere agli Stati PLR, Fabio Badasci Granconsigliere Lega e Sindaco di Frasco, Omar Balli Granconsigliere Lega e Municipale di Terre di Pedemonte, Corrado Bianda Sindaco di Losone, Bruno Buzzini Granconsigliere Lega e Municipale di Locarno, Paolo Caroni Presidente CIT, Granconsigliere PPD e Vicesindaco di Locarno, Marco Cattani Municipale di Monteceneri, Andrea Censi Presidente FAT (Fronte automobilisti ticinesi), Granconsigliere Lega e consigliere comunale di Lugano, Gabriele De Lorenzi Presidente sezione PLR di Locarno, Lara Filippini Granconsigliera UDC, Fausto Fornera Municipale di Losone e Vicepresidente CIT, Alessandra Gianella Granconsigliera PLR, Stefano Gilardi Sindaco di Muralto, Davide Giovannacci Municipale PLR di Locarno, Lelia Guscio Granconsigliera Lega e Consigliera comunale Bellinzona, Fabio Käppeli Granconsigliere PLR e Consigliere comunale di Bellinzona, Andrea Luraschi Vicesegretario comunale di Ascona, Giorgio Pellanda già Sindaco e Granconsigliere PLR, Genesio Perlini Municipale Brissago, Nicola Pini Granconsigliere PLR e Consigliere comunale di Locarno, Daniele Pinoja Ganconsigliere UDC e Municipale di Losone, Luca Pissoglio Sindaco di Ascona, Roberto Ponti Sindaco di Brissago, Marco Radaelli Sindaco di Tenero, Michela Ris Granconsigliera PLR e Municipale di Ascona, Amanda Rückert Granconsigliera Lega, Niccolò Salvioni Municipale di Locarno, Ivan Sargenti Municipale di Gambarogno, Alain Scherrer Sindaco di Locarno, Jonathan Scolari Presidente del Movimento giovani leghisti, Paolo Senn Sindaco di Ronco Sopra Ascona, Alfredo Soldati Municipale Losone, Roberta Soldati, Granconsigliera UDC e Consigliera comunale Losone, Alessandro Speziali Granconsigliere PLR e Consigliere comunale di Minusio, Stefano Steiger Municipale di Ascona.