Più suolo pubblico a bar e ristoranti. Rodolfo Pulino (Lega): "Un successo da mantenere!"

Più suolo pubblico a bar e ristoranti. Rodolfo Pulino (Lega): "Un successo da mantenere!"

Luglio 17, 2020 - 17:24
Posted in:

Più suolo pubblico a bar e ristoranti. "Un successo da mantenere!". È quanto chiede Rodolfo Pulino (Lega) assieme ad altri 10 consiglieri comunali della Lega dei Ticinesi.

Lo scorso maggio, nell’ambito delle misure a sostegno dell’economia varate per sostenere la riapertura graduale delle attività dopo la chiusura causa COVID-19, il municipio ha deciso di concedere la possibilità da parte degli esercenti di richiedere un aumento della superficie sull’area pubblica per un massimo del 30% dell'area pubblica precedentemente concessa.

"Il risultato è sotto gli occhi di tutti." afferma Rodolfo Pulino (Lega), primo firmatario di un'interrogazione inoltrata assieme a Lucia Minotti, Marco Bortolin, Andrea Censi, Boris Bignasca, Luisa Aliprandi, Maruska Ortelli, Enea Petrini, Andrea Sanvido, Sara Minoretti e Gian Maria BIanchetti.

"I numerosi esercizi pubblici situati lungo le stradine del centro, in buona parte già pedonalizzate e ben frequentate, hanno potuto rendere questi percorsi più accoglienti, piacevoli e attrattivi sia per la popolazione che per il turismo. Strade come quelle Via della Posta, Via Pretorio, Via Canova e Via Bossi, sono diventate punti di ritrovo e di passeggio molto apprezzate. Legittimo chiedersi se non sia quindi il caso di fare tesoro di questa esperienza e mantenere tale opportunità anche una volta superata definitivamente l’emergenza del coronavirus."

Nell'interrogazione, oltre a chiedere l'opinione al municipio in merito al successo dell'iniziativa e al riscontro avuto dagli esercenti luganese, il consigliere comunale leghista chiede quindi al municipio se "non ritiene che tale misura possa diventare definitiva, ove questa naturalmente sia possibile, e mantenuta anche in futuro una volta terminata l’emergenza coronavirus?” oltre a chiedere in conclusione se tale mantenimento potrà essere confermato senza ulteriori aumenti delle tasse relative all’occupazione dell’area pubblica.