Plr: ecco i nomi in lista per il Luganese

Plr: ecco i nomi in lista per il Luganese

Ottobre 18, 2018 - 21:46
Posted in:

Il distretto Plr del Luganese ha approvato oggi i suoi candidati al Gran Consiglio.

Ecco i nominativi dei liberali radicali del Luganese che saranno in lista per il Gran Consiglio alle prossime elezioni cantonali del 2019.
Il distretto Plr del Luganese, riunito questa sera in assemblea, ha approvato i nominativi che correranno per un posto nel Legislativo cantonale.
Per il Circondario 2 saranno in lista Roberto Belge, Mari Luz Besomi, Innocenzo Caizza,  Luca Cattaneo, Roberto D’Auria, Ana Djurovic, Daniel Georgis, Alessandra Gianella (uscente), Arnaldo Negri, Fabio Schnellmann (usente), Paolo Toscanelli, Giovanna Viscardi (uscente) e Marco Züblin.
Per il circondario di 3 saranno in lista Juri Bonizzi, Alex Farinelli (uscente), Eduard Mecchia, Paolo Ortelli, Nicole Volonté Pagani, Mattia Bertoli, Alessandro Cedraschi (uscente), Christian Righinetti, Maurizio Anghileri, Mario Canepa e Roberta Passardi.
Per il circondario 4 Daniele Bisang, Michela Pfyffer, Daniel Buser, Samuele Quattropani, Simone Boraschi, Sandro Patocchi, Chiara Casari, Cristina Maderni, Maristella Polli (uscente) e Massimo Suter.
Nel corso dell’assemblea presieduta dal presidente distrettuale Paolo Pagnamenta, granconsigliere uscente (e che come da noi anticipato non si ripresenterà, vedi qui) hanno preso anche la parola i due candidati al Consiglio di Stato del Distretto. Governo cantonale in cui il Plrt vorrebbe tornare ad esprimere due seggi. Il capogruppo in Granconsiglio e sindaco di Comano Alex Farinelli ha parlato di come occorra non ragionare a compartimenti stagni nell’affrontare le problematiche che affliggono il Cantone. E un secondo Plrt in Consiglio di Stato, ha detto, sicuramente aiuterebbe a cambiare approccio. La seconda candidata del Luganese, Cristina Maderni, ha parlato delle importanti sfide che attendono in particolare la piazza finanziaria.
Ma a parlare sono anche stati gli “ospiti”. Presente anche il sindaco di Breggia, nonché granconsigliere e rappresentate del Medirisiotto sulla lista per il Governo cantonale Sebastiano Gaffuri. “Il Ticino è la terrà delle opportunità”, ha detto Gaffuri, evidenziando come sia importante fare in modo che tutti posano cogliere queste opportunità, ma anche avere un occhio di riguardo verso chi non è riuscito a coglierle. Dal locarnese è stato invece Alessandro Speziali a portare i saluti alla “locomotiva del Cantone”.
Al termine dell’assemblea a parlare è stato il presidente cantonale Bixio Caprara. “Non siamo così ingordi da volere 5 seggi in Governo”, ha ironizzato, “per ora potremo accontentarci di due”. Il presidente ha invitato tutti i candidati alla mobilitazione in vista dell’importante appuntamento elettorale. A seguire l’assemblea molti liberali radicali sono rimasti a lungo al Centro eventi di Cadempino per lo “standing dinner” offerto.