Plr Lugano: approvate le liste. Un monito dal presidente Tognola in vista di aprile...

Plr Lugano: approvate le liste. Un monito dal presidente Tognola in vista di aprile...

Gennaio 07, 2021 - 20:35
Posted in:

Il Plr di Lugano era riunito questa sera in assemblea virtuale per approvare le liste per il Municipio e il Consiglio comunale. Il presidente Tognola lancia un monito: "se facciamo i risultati delle federali sarà una debacle"...

La sezione di Lugano del Plr era riunita questa sera per approvare le liste per il Municipio e il Consiglio comunale in vista delle elezioni comunali del prossimo 18 aprile, un appuntamento elettorale che, nelle attuali condizioni di incertezza pandemica, che presagiscono un campagna elettorale molto diversa dalle passate, porta numerose sfide e incognite. Riuniti in assemblea virtuale su Zoom i liberali radicali di Lugano hanno approvato alla quasi unanimità le liste.

 

I candidati

A presentare i candidati per l’esecutivo è stato il presidente della commissione Cerca Rocco Olgiati. Rispetto alla lista presentata la scorsa primavera vi è la novità della presenza in lista del consigliere comunale Rupen Nacaroglu, che subentra in lista a Morena Ferrari Gamba, che ha ritirato la sua disponibilità per questa nuova tornata elettorale.

La lista è dunque composta da Roberto Badaracco, Luca Cattaneo, Rupen Nacaroglu, Andrea Nava, Fabio Schnellmann, Karin Valenzano Rossi e Giovanna Viscardi.

Per quanto riguarda la lista per il consiglio comunale sono presenti 57 candidati, con alcune aggiunte rispetto allo scorso aprile. L'assemblea ha dato delega anche per il completamento della lista per il Consiglio comunale, come pure eventualmente di quella per il Municpio in caso di imprevisti. 

 

Elezioni difficili per il PLR a Lugano

Una sfida, quella delle comunali, che per il Plr di Lugano non è scontato vincere, ha detto il presidente sezionale Guido Tognola. Nel suo intervento iniziale Tognola ha esordito con un ricordo alle persone scomparse a causa del covid e con un pensiero verso gli operatori sanitari attualmente al fronte, ma anche agli avvenimenti di ieri di Washington, un monito per le società democratiche.

Sul “tema caldo”, ovvero le elezioni, Tognola non ha fatto molti giri di parole.  “È importante ricordare che il Plr non è uscito vincente dalle ultime tornate elettorali delle federali e delle cantonali”, ha detto il presidente. Riportando i risultati dei voti raccolti a Lugano dal Plr per il Consiglio nazionale in occasione delle elezioni federali, ha spiegato Tognola, il Plr eleggerebbe il prossimo aprile 13 consiglieri comunali (a fronte degli attuali 18). “Una debacle che spero tutti si impegneranno per evitare”, ha detto Tognola. Ammettere che sono stati fatti degli errori, evitare le polemiche interne sterili e lavorare assieme, sono secondo Tognola le parole d’ordine da seguire per un rilancio del partito.

 

Liste equilibrate e con molte donne

Le liste presentate dal Plr di Lugano per il Municipio e il Consiglio comunale, sono liste equilibrate, a livello anagrafico, di profili professionali, nella rappresentanza della società civile e “mai con così tante donne”, ha detto Tognola (ricordando che il Plr è stato il primo partito ad eleggere una donna in Consiglio nazionale con Alma Bacciarini, la prima consigliera di Stato con Marina Masoni, la prima municipale con Valeria Galli a Lugano, oltre alla prima giudice in Ticino con Agnese Balestra Bianchi).

“Un uccello per volare necessita di ali e che queste ali battano all’unisono”, ha concluso Tognola, auspicando un “Plr che sappia progettare, costruire e anche sognare".