Plr Lugano. I candidati "interrogati" dai media... e Merlini passa la parola a Masoni

Plr Lugano. I candidati "interrogati" dai media... e Merlini passa la parola a Masoni

Ottobre 06, 2019 - 21:23
Posted in:

"Format" originale per la convention dei liberali radicali luganesi. Il Plr di Lugano sceglie il Lido per la sua "convention" e il candidato agli Stati Giovanni Merlini "omaggia" l'ex municipale...

Anche la sezione di Lugano del Plr ha avuto la sua "convention", dopo quella del Plr cantonale di fine settembre (vedi qui). A due settimane dal week end elettorale del 20 ottobre per i candidati non è ancora tempo di riposare e, con le schede di voto già nelle case degli elettori ticinesi, i giochi non sono ancora chiusi.

Ieri sera al Lido di Lugano anche la sezione del Plr presieduta da Guido Tognola ha ospitato i candidati alle elezioni federali liberali radicali. Il "format" scelto per il momento dedicato alle donne e agli uomini in corsa per un seggio a Berna è stato però piuttosto originale, con i candidati che hanno dovuto rispondere da una parte alle domande giunte dal pubblico e dall'altra a quelle dei direttori di vari media ticinesi poste tramite dei video proiettati in sala (domande rigorosamente sorteggiate). Ad "interrogare" i candidati al nazionale (Stefano Steiger, Rocco Cattaneo, Alex Farinelli, Natalia Ferrara, Michela Pfyffer, Karin Valenzano e Alessandro Spano quelli presenti) e il candidato al Consiglio degli Stati Giovanni Merlini, sono stati per la Rsi Maurizio Canetta, per Ticinonews Mattia Sacchi, Matteo Caratti per la Regione, Marco Bazzi per Liberatv, Nicolas Fransioli per Ticinotoday (non c'era invece nessuno dal Corriere).

Presenti all'appuntamento, fra gli altri, la vicepresidente della sezione Plr di Lugano Morena Ferrari Gamba, il consigliere comunale Plr Luca Cattaneo, ma pure l'ex presidente dei Verdi Liberali Franco Marinotti.

Nella cornice del Lido di Lugano poi, a chiusura della parte ufficiale, la parola è stata lasciata per un ulteriore saluto a Giovanni Merlini, che ha voluto però cedere il microfono a, così ha detto, "una persona che stimo molto e che ha dato tanto a questa città", ovvero l'ex municipale Plr di Lugano Giovanna Masoni. Nel suo intervento, Masoni ha voluto innanzitutto ringraziare la sezione di Lugano per l'impegno profuso, come pure i candidati, e ha invitato i liberali radicali a voler andare "fuori", fra la gente, perché, ha detto, "in questo Cantone, come un può in tutto il mondo, c'è l'impresentabile che avanza".  "Questo Cantone, che era fra i più deboli della Confederazione, faticosamente è avanzato e si è sviluppato", ha detto l'ex municipale. "Deve continuare a farlo, con uno sviluppo sostenibile, con i valori liberali".