"Prigionieri" al Polo Nord, per studiare i cambiamenti climatici

"Prigionieri" al Polo Nord, per studiare i cambiamenti climatici

Settembre 17, 2019 - 06:01

Il prossimo 20 settembre, la nave Polarstern salperà dalla Norvegia, per la più grande spedizione polare della storia.

Il porto norvegese di Tromso, il prossimo 20 settembre, vedrà salpare la nave rompighiaccio Polarstern, la quale ospiterà la missione Mosaic.
 
Come spiegato da Der Spiegel, la spedizione coinvolgerà 600 scienziati, provenienti da 19 diversi paesi. Tra di essi saranno presenti climatologici, glaciologi, oceanografi, biologi marini, fisici dell'atmosfera e biochimici. L'obiettivo della missione Mosaic è lo studio degli effetti dei cambiamenti climatici, nell'Artico.
 
Come riportato dal settimanale tedesco, Polarstern aprirà un varco nella banchisa polare, in faccia alla Siberia centrale, fino a che resterà intrappolata nei ghiacci. La nave, in seguito, rimarrà in balia delle correnti.