Quarantena per dissidenti

Quarantena per dissidenti

Luglio 31, 2020 - 07:15
Posted in:

In Cina si segnalano casi di persone tenute in quarantena senza validi motivi sanitari. 

La quarantena, in Cina, non sarebbe usata solo come misura sanitaria. O almeno è quello che sostengono alcuni attivisti per i diritti umani, che dicono che con il coronavirus e le quarantene per i sospetti/positivi al covid, le autorità di Pechino abbiano trovato un nuovo pretesto per trattenere i dissidenti. Si segnalano casi in cui attivisti rilassati dalla detenzione “ordinaria”, sono stati condotti in quarantena, spesso all’insaputa delle loro famiglie.  Tali attivisti in quarantena, di solito "non hanno il permesso di comunicare con il mondo esterno, sono tenuti in un luogo segreto e non hanno la possibilità di isolarsi in casa", dice Frances Eve, vice direttore della ricerca presso il Chinese Human Rights Defenders, citato dal New York Times.  "Questo trattamento è di fatto una sparizione forzata", ha dice. È ad esempio il caso di  Wang Quanzhang, un avvocato cinese per i diritti umani, detenuto per cinque anni con l’accusa di sovversione del potere statale. I dettagli del caso del signor Wang suggeriscono che non è stato detenuto solo per motivi di salute pubblica, spiega il New York Times. Wang ha dichiarato di essere già risultato negativo al virus cinque volte in prigione e di aver completato una quarantena di 14 giorni prima del suo rilascio.

"Tutta la Cina ora si occupa di prevenzione delle epidemie", ha detto Wang, "con uno slogan così grande, la libertà personale può essere compromessa e non si può dire nulla", ha detto.

"Queste persone non sono chiaramente in condizioni di dover essere messe in quarantena", spiega ancora un ricercatore cinese di Human Rights Watch. "Non è una scusa scientifica, è solo una scusa per il governo per limitare i loro movimenti e sopprimere il loro discorso".

Secondo Frances Eve sono stati documentati nove casi di attivisti che sono stati recentemente rilasciati dal carcere e poi tenuti in quarantena, ma "probabilmente ce ne sono molti altri".