Rai nella "bufera" dopo le accuse di Fedez

Rai nella "bufera" dopo le accuse di Fedez

Maggio 03, 2021 - 15:55
Posted in:

L'accusa di "censura" sul suo discorso contro l'omofobia fatta dal rapper approderà alla Vigilanza Rai. Pubblicata la registrazione della telefonata incriminata. L'emittente nega si tratti di "censura".

La Rai finisce al centro della bufera per il caso della “censura” per il discorso del rapper Fedez durante il concerto del primo di maggio a Roma.

Sul palco Fedez ha pronunciato un discorso in cui attaccava la Lega di Matteo Salvini e citava espressioni omofone pronunciate da sue esponenti, fra cui “Se avessi un figlio omosessuale, lo brucerei nel forno” (frase attribuita a un consigliere regionale della Lega secondo la denuncia fatta dai rappresentanti dell’associazione Agedo, Associazione genitori di omosessuali). Oltre a schierarsi a sostegno della Legge Zan contro i reati di omofobia, approvata dalla Camera dei Deputati ma ora ritardata al Senato, dove sta conoscendo una forte opposizione da parte della destra, nel suo intervento sul palco del primo di maggio il rapper aveva anche attaccato la Rai per avergli chiesto di presentare preventivamente il testo di quello che avrebbe detto e di togliere i riferimenti alla Lega.

Dopo che la Rai ha negato di avergli chiesto di rimuovere alcuni passaggi del testo il rapper ha pubblicato sui suoi canali social la registrazione della telefonata avuta con alcuni dirigenti della Rai (in una versione tagliata). Nell’audio si sente un dirigente Rai che chiede al rapper di adeguarsi a un “sistema” e di eliminare “tutte le citazioni con nomi e cognomi” (la richiesta, come si è appreso dall’audio integrale diffuso in seguito, era motivata dal fatto che “non c’è un contraddittorio” e i dirigenti Rai assicurano che “non si tratta di censura”).

La vicenda ha avuto ripercussioni anche sul piano politico. Sia il presidente del Partito democratico Enrico Letta, che l’ex premier Giuseppe Conte, hanno chiamato la Rai per avere delucidazioni sulle accuse del cantante.

L’ad della Rai Fabrizio Salini ha ribattuto che non si è “mai censurato Fedez né altri, non accettiamo strumentalizzazioni”. Ora la questione sarà approfondita dalla Vigilanza Rai.

 

L'audio delle telefonata integrale