Sarà lui o Fiorenzo il primo in lista?

Sarà lui o Fiorenzo il primo in lista?

Marzo 21, 2019 - 23:50
Posted in:

Il granconsigliere di Chiasso Giorgio Fonio teneva questa sera un aperitivo al bar Miky.

Folta presenza questa sera nella città più a sud del Cantone.  All’osteria Miky di Chiasso sono arrivati in molti, forse un po’ rallentati dal traffico, per l’aperitivo del candidato e granconsigliere Ppd Giorgio Fonio. All’appuntamento elettorale del già candidato al Consiglio di Stato erano presenti numerosi esponenti politici di diversi partiti e da tutto il Cantone. Ovviamente moltissimi gli esponenti popolari democratici, ad iniziare  dai candidati di Chiasso al Gran Consiglio, oltre allo stesso Fonio, Patrizia Wasser-Polit e Amedeo  Mapelli, e i granconsiglieri del Mendrisiotto del Ppd, il capogruppo Maurizio Agustoni e il sindaco di Balerna Luca Pagani, presentati e accolti da Fonio, che ha fatto da “mattatore” della serata (anche se il rap Ppd proposto dal candidato Massimo Ramelli gli ha tenuto testa). A Chiasso è arrivato anche il presidente cantonale del Ppd Fiorenzo Dadò, mentre da Mendrisio l’ex presidente Ppd Giovanni Jelmini, e poi i granconsiglieri Ppd Claudio Franscella, Marco Passalia, Lorenzo Jelmini, Fabio Battaglioni, il candidato al Gran Consiglio Giovanni Berardi, il municipale di Locarno Paolo Caroni, e per quanto riguarda i candidati al Consiglio di Stato del Ppd (unico presente) Michele Rossi.


Ma come detto si sono viste anche alcune presenze da fuori Ppd: fra gli altri il granconsigliere Plr Fabio Käppeli, il granconsigliere Udc Tiziano Galeazzi, il candidato al Gran Consiglio per la Lega Stefano Tonini, i candidati del Plr di Lugano Ruby Belge e Roberto D'Auria, i candidati al Gran Consiglio per il Ps Tessa Prati e Filippo Zanetti.


A fine serata è arrivata anche la granconsigliera Udc Lara Filippini, ma molti altri, chi prima chi dopo, sono passati per un saluto nell’esercizio pubblico di Chiasso: molti colleghi di Fonio del sindacato Ocst, come Paolo Locatelli, ma anche il giudice Daniele Cattaneo, il funzionario del Dss Roberto Sandrinelli, … .
Sicuramente una buona rispondenza da parte del pubblico. E ora lo sguardo va al 7 aprile (o meglio, all'8, visto che i risultati per il Gran Consiglio arrivano il lunedì). Senza la presenza nella lista per il Gran Consiglio dell’”imbattibile” Alex Pedrazzini (che non si ripresenta per un’ulteriore legislatura), che quattro anni fa aveva superato Dadò (secondo) e Fonio (terzo, entrambi anche candidati al Consiglio di Stato), chi sarà quest’anno il più votato nella lista Ppd per il Gran Consiglio: Fonio o Dadò? Ricordiamocelo, nel 2011 il più votato fu Franco Denti, che era pure candidato al Consiglio di Stato, mentre come scritto sopra nel 2015 è stato Alex Pedrazzini, subito seguito dal candidato al Consiglio di Stato Fiorenzo Dadò.


Questa volta sarà il presidente Dadò o il vicepresidente Fonio il primo, visto che nessuno dei candidati al Consiglio di Stato è in lista per il Gran Consiglio?


La sfida per il primo posto in casa Ppd è aperta anche per il Legislativo, anche se sicuramente non è “sentita” come quella fra Paolo Beltraminelli e Raffaele De Rosa.