"Segnali preoccupanti" dall'Iran. I "falchi" Usa vogliono la guerra?

"Segnali preoccupanti" dall'Iran. I "falchi" Usa vogliono la guerra?

Maggio 06, 2019 - 12:22
Posted in:

Il consigliere nazionale alla sicurezza Usa John Bolton in una dichiarazione parla dell'invio di una portaerei e bombardieri nel Golfo Persico.

Gli Stati Uniti stanno dispiegando una portaerei e una task force di bombardieri nella regione "Us Central Command" (che comprende il Medio Oriente) in seguito a "indicazioni preoccupanti" provenienti dall'Iran. Lo ha affermato il consigliere nazionale alla sicurezza di Donald Trump John Bolton, che spiega che a "qualsiasi attacco iraniano agli Stati Uniti o ai suoi alleati" gli Usa risponderanno con  "forza implacabile". "Gli Stati Uniti non stanno cercando una guerra con il regime iraniano, ma sono pronti a rispondere a qualsiasi attacco", dice Bolton. 

Ad ora non è chiaro a quali segnali si riferisse Bolton. Recentemente non vi sono stati incidenti nel Golfo Persico, che vede già da tempo la presenza sia della marina iraniana che di quella statunitense. La stessa portaerei Abraham Lincoln era già presente nella regione un mese prima dell'annuncio di Bolton, riferisce il Guardian. Negli scorsi giorni il Governo iraniano aveva espresso il timore che Bolton e altri "falchi" nell'amministrazione Usa starebbero cercando di coinvolgere gli Usa in una nuova guerra.
Ilan Goldenberg, un ex funzionario del Dipartimento di Stato e del Pentagono, citato dal Guardian, spiega che “il linguaggio infiammatorio di Bolton è insolitamente provocatorio, ma la mia ipotesi è che sia solo un'opportunità per cercare di intimidire gli iraniani. Niente di più".

Dallo scorso maggio l'amministrazione Trump ha abbandonato l'accordo multilaterale nel quale l'Iran aveva accettato di limitare il suo programma nucleare, ponendo fine all'esenzioni delle sanzioni sul petrolio iraniano. Da allora gli Usa minacciano anche sanzioni contro società e individui che commerciano con l'Iran.