Spiaggetta di Caprino. Ancora nessuna risposta dal Municipio. Fumasoli non le manda a dire

Spiaggetta di Caprino. Ancora nessuna risposta dal Municipio. Fumasoli non le manda a dire

Ottobre 08, 2019 - 00:20
Posted in:

Il municipale di Lugano Jelmini ha "risposto" questa sera all'interpellanza di Fumasoli sulla "spiaggetta" di Caprino. 

Questa sera, durante il Consiglio comunale di Lugano, il municipale Ppd Angelo Jelmini ha risposto a nome del Municipio alle interpellanze del consigliere comunale del Pc (gruppo Ps) Demis Fumasoli inerenti l'ormai nota "spiaggetta" di Caprino (vedi qui e qui le interpellanze di Fumasoli). La vicenda del presunto abuso edilizio relativo a una spiaggia costruita da un privato (un noto imprenditore edile) sulla riva del Ceresio a Caprino (in territorio di Lugano), e poi demolita, era stata documentata da un servizio della trasmissione "Falò" della Rsi.
La risposta (per così dire) del municipale Jelmini non è stata però particolarmente illuminante. Risposte compiute, ha detto Jelmini, verrano solo fornite in seguito. Infatti, ha spiegato il muncipale, "la revisione interna è stata incaricata dal Municipio di verificare quanto accaduto con facoltà di appoggiarsi ad un consulente esterno indipendente, specializzato in materia edilizia". Il Municipio, ha proseguito Jelmini, "non appena disporrà del rapporto risponderà compiutamente a tutti gli atti parlamentari". Non è dato sapere per ora quando questo rapporto sarà pronto.
L'interpellante, Demis Fumasoli, si è dichiarato insoddisfatto della risposta. Anche perché, ha detto Fumasoli, alcune delle domande poste nelle interpellanze non avrebbero richiesto particolari approfondimenti. "Mi interessava ad esempio sapere (e il municipale ha già risposto su questo punto a Falò), se fosse vero che il Municipio stesse trattando per rendere questa spiaggia pubblica ed eccessibile a tutti", ci dichiara Fumasoli. "La risposta data alla trasmissione è stata in sostanza: 'sì, stavamo trattando, ma voi di Falò avete rovinato tutto e quindi la spiaggia è stata distrutta'".
"Ho provato vergogna quando ho visto la trasmissione e questa sera ho provato vergogna per le risposte del Municipio. Non so se anche loro si vergognino", chiosa il consigliere comunale. Nuovi atti parlamentari all'orizzonte? Ora si aspetteranno gli esiti di questo rapporto, ma, spiega Fumasoli, "se dovessero esserci altri sviluppi torneremo sulla questione. Bisogna essere trasparenti e capire esattamente cosa sta succedendo. Sono casi puntuali e particolari, oppure è prassi quanto accaduto? Quanti casi simili, soprattuto su Demanio pubblico, sono avvenuti?". Insomma, la questione della "spiaggetta", ed eventuali possibili casi simili (una delle domande contenute nella seconda interpellanza di Fumasoli verteva su questo), rimane tutto fuorché chiarita.