Star, riaperture e demolizioni

Star, riaperture e demolizioni

Maggio 31, 2021 - 12:36
Posted in:

31 maggio 2021. Esattamente cento anni fa nasceva Alida Maria Altenburger von Marckenstein und Frauenberg, nota come Alida Valli, una delle più grandi attrici italiane del novecento.

Il 31 maggio, del 1930, è nato anche un altro grande del cinema, Clint Eastwood. L’attore statunitense, che che ha raggiunto la fama con i capolavori western di Sergio Leone degli anni ’60, diventando un’icona del genere. In seguito si è anche cimentato con successo in una carriera da regista. Oggi compie 91 anni.

In questo giorno, nel 1996, è morto invece il sindacalista italiano Luciano Lama. Il suo nome viene ricordato anche in relazione alla contestazione che subì durante un suo comizio all’università La Sapienza di Roma: quell’episodio segnò la rottura fra la sinistra “ortodossa” dei sindacati e del PCI con la sinistra extraparlamentare.

In Ticino, a sinistra, ma probabilmente non solo, oggi è il lunedì dopo il weekend che ha visto lo sgombero e la distruzione a Lugano dell’ex Macello, sede del centro sociale il Molino e rimane un certo sgomento. Difficilmente qualcuno poteva pensare alla vigilia del sabato della manifestazione che la giornata si potesse chiudere con questo esito. Ma sicuramente è anche il tempo di domande (soprattutto dopo le “confusionarie” dichiarazioni giunte ieri da parte dei municipali di Lugano coinvolti) e di riflessioni. Noi ne abbiamo fornite alcune in Schegge e in Ultima parola e ieri abbiamo anche pubblicato nella rubrica ospiti un articolo di Filippo Contarini e Martino Colombo (vedi qui). Ora resta da vedere come evolverà la situazione. Sicuramente il clima ora è piuttosto teso (e pare vi sia anche chi vuole “soffiare sul fuoco”, visto che nel fine settimana vi sarebbero stati anche alcuni episodi di provocazione da parte di gruppetti di estrema destra).

Oggi però è anche il giorno è anche il giorno delle riaperture in Svizzera: bar e ristoranti possono riaprire all’interno, riaprono piscine coperte e centri wellness, aumenta il numero massimo di persone che si possono radunare all’esterno e all’interno, su suolo pubblico e privato. Oggi il Consiglio federale ha previsto una nuova fase di riaperture a breve. In questa fase si dovrà discutere anche di discoteche. Ora, con la revoca dell’orario di chiusura dei bar alle 23.00, è probabile che le notti della movida nel fine settimana finiranno per affollare ancora di più le piazze.