Stop a Riget-Sirica. Venuti "sfonda". E torna Stojanovic (Storni sul filo del rasoio)

Stop a Riget-Sirica. Venuti "sfonda". E torna Stojanovic (Storni sul filo del rasoio)

Giugno 11, 2020 - 03:33
Posted in:

 

Si può definire una “debacle”, quella presa dai due co-presidente Riget-Sirica nel “braccio di ferro” contro Adriano Venuti, che a sorpresa si è fatto eleggere dal comitato cantonale co-vicepresidente del Ps Ticino, mentre il consigliere nazionale Bruno Storni ha rischiato di non essere eletto come delegato all’Add del Pss. Ed è tornato l’ex granconsigliere Nenad Stojanovic.

Al ristorante Millefiori di Giubiasco, luogo che ha visto la nascita più di 20 anni fa dell'associazione difesa servizio pubblico (con Argante Righetti, Graziano Pestoni, Silvano Toppi, Egidio Cattaneo e molti altri), ol Ps Ticino si è riunito per il primo Comitato cantonale della nuova era della co-presidenza Riget-Sirica.

Il Ps Ticino è il primo partito a tornare a riunire dopo la lunga fase di Covid-19 il proprio legislativo cantonale in versione normale (nel senso non in versione videoconferenza, bensì “live").

Il dato politico è che nella prima prova per la neo co-presidenza di Riget-Sirica, appena eletta nel congresso di Massagno, due settimane prima che esplodesse il coronavirus, la nuova leadership socialista ha avuto una chiara battuta d'arresto. Infatti la candidatura "selvaggia" di Adriano Venuti, ha "sfondato" la diga creata da Riget-Sirica che non lo volevano (è stato esplicitamente detto in Comitato cantonale) nella nuova direzione cantonale del Ps Ticino.

Anche se per pochi voti, invece, il Comitato cantonale ha deciso di eleggere Adriano Venuti come co-vicepresidente del Ps Ticino (l'altro co-vicepresidente è Evaristo Roncelli).

In sintesi i granconsiglieri Fabrizio Sirica e Laura Riget non volevano assolutamente come membro della loro direzione il municipale di Massagno Venuti e il legislativo del partito ha detto ai due novelli co-presidenti di farselo andare bene, promuovendolo addirittura alla vicepresidenza (Venuti è stato membro di direzione per 8 anni, sotto la presidenza Lurati, l'interim Lepori e poi Righini, ma senza mai essere vicepresidente!).

Non si può definirlo un successo per la coppia Riget-Sirica.

 

 

**********

 

 

Adriano Venuti, nell'ultimo decennio è stato attivo nel Ps Ticino, sempre militando nell'area di sinistra. Nel 2010 è in “Prospettive socialiste”, la corrente di Franco Cavalli, Marina Carobbio e Graziano Pestoni, per poi partecipare (sempre al Millefiori) all'assemblea costituente del Forum Alternativo (quando ancora non era chiaro se fosse una corrente di sinistra del Ps Ticino o un soggetto politico autonomo, come infatti è oggi), proprio assieme all'attuale co-presidente Fabrizio Sirica. Insomma Venuti ha sempre "bazzicato" la corrente a sinistra del Ps Ticino.

Come Fabrizio Sirica e Laura Riget sono espressione di quella stessa area da cui proviene Venuti. Eppure non lo volevano nella loro direzione cantonale (dopo che Venuti si era ritirato dalla corsa per la presidenza cantonale sostenendo proprio il duo per la co-presidenza).

Evidentemente il comitato cantonale ha voluto far capire che le "cambiali" vanno saldate. E non si può essere sempre poco riconoscenti.

 

 

***********

 

 

Altro voto, meno importante di quello sulla direzione cantonale del Ps Ticino, che il comitato cantonale ha dovuto esprimere è quello sui delegati all'Assemblea dei Delegati (Add) del Pss (l'organo legislativo nazionale dei socialisti).

Se il più votato è risultato essere il co-vicepresidente Evaristo Roncelli, sono rimasti esclusi gli "uscenti" Carlo Zoppi, Jacqueline Rohner (che ha alle spalle quasi 20 anni di Add del Pss) e Filippo Zanetti.

Va precisato che il Ps Ticino ha sempre avuto 10 rappresentanti nell'Add del Pss che ora invece sono scesi a 7 (che vuol dire o che il Ps Ticino ha perso iscritti o che le altre sezioni cantonali del Pss sono cresciute notevolmente a livello di iscritti, visto che la ripartizione dei delegati va in base al numero di iscritti per ogni cantone).

Il comitato cantonale, invece, ha deciso di far tornare nel legislativo nazionale del Pss l'ex granconsigliere Nenad Stojanovic.

Ma il voto più sorprendente l'ha fatto il consigliere nazionale Bruno Storni, che è arrivato settimo, ossia ultimo dei delegati. Ci mancava altro che uno che nel Paese reale vince le elezioni e poi il proprio partito non lo elegge manco all'Add del Pss.