Tradizione e rispetto: la lotta svizzera sbarca in Ticino

Tradizione e rispetto: la lotta svizzera sbarca in Ticino

Settembre 11, 2019 - 18:10
Posted in:

Lotta svizzera, lancio della pietra... tradizione svizzera e sport si unisco sabato alla tenuta Bally di Vezia.

Sabato presso la tenuta Bally di Vezia i giochi tradizionali svizzeri arriveranno in Ticino in una manifestazione che vedrà la presenza della tradizionale lotta svizzera, dell’Hornussen e del lancio della pietra, oltre a numerose offerte collaterali in sintonia con lo spirito di festa popolare che caratterizza queste manifestazioni, che nella Svizzera Interna conoscono un vasto seguito. Saranno infatti presenti durante la giornata vari gruppi folkloristici dal Ticino e dalla Svizzera, oltre al Mercato dei Sapori e naturalmente la griglia, area bimbi, ecc.
Fulcro della manifestazione sono però i tradizionali giochi svizzeri. Il tutto è nato, ci spiega Jürg Dräyer, presidente dell’Associazione Giochi Tradizionali Svizzeri, per il 40esimo “compleanno” della sua azienda, la Cetra Alimentari. Per festeggiare l’anniversario dell'azienda, atttiva nel settore caseario, si è deciso, due anni or sono, di proporre anche i giochi tradizionali svizzeri. “Nella la prima edizione abbiamo radunato ben 2’000 persone: nello stesso giorno abbiamo deciso di fare una seconda edizione nel 2019”, ci spiega Dräyer. Ed eccoci qui. Sabato saranno presenti, una prima in Ticino, molti dei nomi “di punta” di questa disciplina, grazie alla collaborazione dell’associazione ticinese di lotta svizzera presieduta da Edi Ritter. 160 lottatori fra attivi e juniori, di cui 6 “coronati” alla recente Festa Federale di Zugo.
Per quanto riguarda gli altri tradizionali giochi, l’Hornussen e il lancio della pietra, vi sarà la possibilità anche per il pubblico di cimentarsi con le discipline.
“Sicuramente organizzare i giochi tradizionali svizzeri in Ticino è una sfida”, ci dice Bruno Schiavuzzi, presidente del  comitato organizzatore. “Sono dei giochi arcaici, di un tempo, estremamente consolidati e radicati nella Svizzera Interna”. Un po’ meno in Ticino, ma, prosegue Schiavuzzi, “grazie anche all’interessamento dei media piano piano c’è un po’ più di conoscenza di questi giochi. Soprattutto le persone si rendono conto che non si tratta solo del combattimento e dell’arte della lotta, ma bensì di tutto l’ambiente che vi sta attorno” Ad esempio? “Nella lotta non ci sono tifoserie, si tifa il vincitore. Si tratta di un ambiente estremamente rispettoso: nelle feste in Svizzera Interna si può andare con in mano una bottiglia di vino, il coltello, il pane e il salame e condividerlo con chi sta in tribuna. Sono questi i valori che vogliamo condividere: il rispetto e le tradizioni”.
Il “villaggio” aprirà i battenti alle 07.00 di sabato mattina. Da notare che per raggiungere la tenuta Bally sabato gli organizzatori consigliano l’utilizzo del mezzo pubblico: dalla fermata FFS di Lamone-Cadempino o dalla fermata dell’autobus TPL di Vezia Paese. Presso la tenuta l’accesso alle auto sarà sbarrato, con i posteggi che si trovano nella zona Industriale di Vezia e Cadempino.