"Trasferimento delle sezioni di scuola dell’infanzia del Palasio: soluzioni non del tutto convincenti"

"Trasferimento delle sezioni di scuola dell’infanzia del Palasio: soluzioni non del tutto convincenti"

Settembre 09, 2021 - 20:03
Posted in:

Riceviamo e pubblichiamo. Interpellanza stampa dell'MPS (Movimento per il socialismo) al Municipio di Bellinzona. 

In questi giorni genitori e bambini delle scuole dell’infanzia di Giubiasco hanno iniziato il nuovo anno scolastico, con una settimana di ritardo rispetto agli altri, che si svolgerà, molto probabilmente fino a giugno nei prefabbricati ubicati alle scuole Nord.

Il Movimento per il socialismo aveva già espresso una serie di perplessità per quel che riguarda questa decisione del Municipio che inevitabilmente pone una serie di problemi.

La questione forse più pressante appare quella dei trasporti. Oggi sappiamo che questo avverrà con dei bus che partiranno in 3 zone diverse nei pressi delle scuole del Palasio; i bambini verranno separati in base alle età: 2 bus per i bambini del secondo e terzo anno di 4 sezioni e un bus per i bambini dell’anno facoltativo. L’orario di partenza è previsto alle 8.45 (i bambini sono invitati a essere presenti alle 8.30); stesso discorso per il rientro con partenza dalla scuola dell’infanzia alle 15.15. Sono previsti poi alcuni trasporti alle 11.30 e alle 13.15 per i bambini che non frequentano l’intera giornata.

Una soluzione che pone alcuni problemi logistici, di organizzazione per le famiglie e di rispetto delle norme anti covid.

Diventa difficile immaginare di organizzare la partenza dei bus in 15 minuti, così come si può facilmente immaginare che per il rientro l’organizzazione dei bambini dovrà iniziare con un certo anticipo. In questo modo l’orario effettivo di scuola subirà inevitabilmente una riduzione, senza contare che l’accoglienza sui bus, l’arrivo alla scuola dell’infanzia e la ripartenza graverà sulle maestre che, del resto, dovranno fare riferimento a due bus distinti (quello dei bambini del secondo e terzo anno della sezione e quello dei bambini dell’anno facoltativo). Stesso discorso vale per quelle famiglie che hanno figli che frequentano anni diversi della stessa sezione che dovranno fare riferimento a due bus diversi, con due punti di partenza diversi…

Inoltre, mescolare bambini di sezioni diverse in un ambiente chiuso è per lo meno discutibile in tempi di coronavirus; sarebbe più sensato cercare di evitare che bambini di sezioni diverse si incontrino in luoghi chiusi…

Per quel che riguarda la nuova ubicazione rimangono poi alcuni problemi legati all’assenza di spazi esterni per il gioco e di adeguati servizi per accogliere bambini della scuola dell’infanzia.

Di fronte a questa situazione chiediamo al Municipio:

1. Sulla base di quali valutazioni si è scelto di spostare le sezioni del Palasio nei prefabbricati delle scuole Nord?

2. Non era immaginabile trasferire i prefabbricati ubicati alla scuola Nord in una zona di Giubiasco o pensare a una nuova struttura di prefabbricati temporanei? Se no, perché?

3. L’organizzazione dei trasporti con sezioni bambini di più sezioni sul medesimo bus è stata concordata con le autorità sanitarie e con il medico cantonale?

4. Cosa succede se un bambino presente sul bus risulta positivo al covid considerato che alla scuola dell’infanzia un solo caso genera una quarantena di classe? In questo caso verrebbero messe in quarantena tutte le sezioni?

5. I prefabbricati e le sue infrastrutture (ad iniziare dai servizi igienici) corrispondono alle regolamentazioni emanate dall’ autorità cantonale? Vi è stata una formazione ratificata da parte dell’autorità cantonale?

 

Per l’MPS

Angelica Lepori, Matteo Pronzini, Giuseppe Sergi