Una "bomba" da 6'800 miliardi nelle banche francesi e tedesche

Una "bomba" da 6'800 miliardi nelle banche francesi e tedesche

Dicembre 01, 2018 - 20:02
Posted in:

I titoli illiquidi destano preoccupazione. 6'800 miliardi di "titoli tossici" sono detenuti dalle banche francesi e tedesche.

6'800 miliardi di "titoli tossici" nelle pance delle banche europee, prevalentemente di Francia e Germania. A tanto ammonta la cifra dei cosidetti titoli illiquidi presenti nei bilanci degli istituti finanziari. Una potenziale bomba di cui si è parlato in un convegno organizzato dall'Università Cattolica di Milano, a cui partecipava anche la Banca d’Italia. Come riferisce "Il Sole 24 Ore" a prendere la parola per la massima autorità bancaria italiana è stato Fabio Panetta, Vicedirettore generale della Banca d’Italia e membro del Consiglio di Vigilanza della Bce. "Possono non essere tossici", ha detto, "ma producono potenzialmente rischi materiali".
La caratteristica di questi titoli è che non avendo un mercato di riferimento che stabilisca il prezzo il loro valore viene inserito a bilancio in base a confronti con titoli simili o complessi calcoli matematici. In pratica le banche hanno un ampio margine di discrezione nel determinarle il valore. Un valore che potrebbe pertanto non corrispondere alla realtà e causare un "buco" colossale.