"Una festa per tutta la sinistra". Domenica si farà il "bis"?

"Una festa per tutta la sinistra". Domenica si farà il "bis"?

"Una festa per tutta la sinistra". Domenica si farà il "bis"?

Novembre 14, 2019 - 22:50
Posted in:

Il discorso di Marina Carobbio lo scorso sabato a Giubiasco, dove si teneva la festa dei socialisti. La candidata al Consiglio nazionale socialista ha parlato della vittoria della sinistra lo scorso 20 ottobre. Ora, il 17 ottobre, vi è la storica occasione per i socialisti…

Non era la festa per Marina Carobbio, come detto dalla stessa candidata al Consiglio degli Stati lo scorso sabato, ma una festa di tutta la sinistra, che presentandosi unita alle elezioni federali è riuscita a riportare nell’area rosso-verde un secondo seggio del Consiglio nazionale lo scorso 20 ottobre. 
Lo scorso sabato alla Scuderia al Piano (vedi qui), nella campagna di Giubiasco, folta è stata la presenza di socialisti (ma anche di Verdi e della “Sinistra Alternativa”) per la festa organizzata dal Ps per “tirare la volata” alla corsa al Consiglio degli Stati di Marina Carobbio. 
Non era la festa per Marina Carobbio, ma ovviamente la protagonista era lei. La consigliera nazionale socialista è ora, con l’entrata della Verde Greta Gysin in Consiglio nazionale, un po’ meno “sola” nella deputazione ticinese alla Camera del Popolo. Ma la battaglia prosegue per il Consiglio degli Stati.
La consapevolezza che per la sinistra si tratti di un momento storico si percepiva lo scorso sabato. Il sostegno alla candidatura di Marina Carobbio sembra essere unanime in tutte le “aree” del Partito socialista, come nei Verdi e nel resto della sinistra. Il pubblico ha applaudito calorosamente le parole della consigliera nazionale (con tanto di standing ovation) e particolare entusiasmo è giunto dalle donne presenti in sala, alcune di loro, come la “storica” responsabile delle finanze del Ps, Marilena Ranzi Antognoli, o la presidente della sezione di Bellinzona, Martina Malacrida, addirittura commosse dalle parole della candidata. Marina Carobbio, qualora venisse eletta, non solo sarebbe la prima rappresentate della sinistra ad entrare nella Camera Alta per il Ticino, ma pure la prima donna ticinese ad entrare in Consiglio degli Stati.
Marina Carobbio prendendo la parola ha voluto ringraziare tutti coloro che la sostengono in questa sfida, siano essi partiti o persone. Una sfida che, ha detto la consigliera nazionale, è sicuramente difficile, ma a portata di mano. A dimostrarlo le molte persone che, ha detto la consigliera nazionale, le hanno dimostrato il loro sostegno, come le molte persone accorse sabato sera: Una presenza che “è già una vittoria” e un buon motivo per festeggiare. Domenica sapremo se, dopo le due vittorie, quella del 20 ottobre e quella dello scorso sabato, ve ne sarà una terza: l’elezione di Marina Carobbio in Consiglio degli Stati.