“Una lista paritaria giova a tutti”

“Una lista paritaria giova a tutti”

Dicembre 08, 2019 - 15:19
Posted in:

Verdi e Ps a Lugano si presentano con una lista unitaria al Municipio. Una lista che vuole essere "paritaria" fra socialisti ed ecologisti.

Socialisti e Verdi come noto a Lugano correranno insieme per il Municipio alle elezioni comunali del prossimo aprile. Durante l'assemblea dei socialisti dello scorso 30 novembre (vedi qui) la sezione di Lugano del Ps ha approvato la lista unica rosso-verde, che sarà composta da 3 socialisti, 3 verdi e un comunista. All'assemblea è pure stato approvata l'indicazione di tre "capolista", uno per ognuno dei partiti rappresentati (per ora è certo che quello socialista sarà la municipale uscente Cristina Zanini Barzaghi). Nel concreto saranno i primi tre nomi presenti sulla lista, nell'ordine, l'uscente Barzaghi, un verde e un comunista. 
 
Un rapporto così "paritario", in termini di numeri, fra socialisti e verdi, è sicuramente una prima. Come ci spiega il presidente della sezione di Lugano del Ps Raoul Ghisletta è frutto della "volontà di arrivare ad un risultato politico non inteso in termini di interesse partitico, ma di interesse d'area. Abbiamo voluto dare un segnale di disponibilità per far capire che questa è la lista di tutti, paritaria”.
 
"La nostra proposta al Ps è stata quella di fare un'unione che sia ricalcata su quanto fatto alle elezioni federali", ci dichiara Nicola Schoenenberger, capogruppo dei Verdi in Consiglio comunale a Lugano, oltre che in Gran Consiglio. "Riteniamo che la proposta sia vincente solo se siamo equiparati. Se ci presentiamo all'elettorato come area rosso-verde unita, ciò giova a tutti e due. Anche il Ps credo l'abbia capito”.
 
Tornando ai capilista, chiediamo a Ghisletta, non rischiano di risultare in un segnale negativo verso gli altri candidati della lista? "Era già stato fatto quattro anni fa", ci dichiara il presidente dei socialisti luganesi. Per quanto riguarda la lista per le prossime comunali, "indica la volontà di portare in Municipio almeno i primi due", ci spiega Ghisletta. "Gli elettori sono sovrani", prosegue, "è semplicemente un segnale politico che si vuol dare nel senso dell'unità e del giusto peso politico da dare alle diverse componenti della lista". 
 
Rispetto al fronte rosso-verde visto alle federali, nella lista per il Municipio, non figura però una presenza del Forum Alternativo di Franco Cavalli. Premettendo che la domanda andrebbe posta ai diretti interessati, Schoenenberger ci spiega che "da quanto mi hanno detto a Lugano per questa volta non sarebbero intenzionati ad entrare nel dibattito politico", Tuttavia prosegue "rimaniamo in contatto. La lista dei Verdi per il Consiglio comunale (che sarà una lista separata da quella del Ps, ndr) è sempre stata molto aperta anche agli indipendenti: se si possa trovare una forma di collaborazione con il Forum è ancora da definire". Eventualmente anche con un presenza nella lista per il Municipio (in “quota” verde)? "Personalmente se ci fosse una persona del Forum disponibile non vedrei problemi", ci dice Schoenenberger. "Dovranno però deciderlo gli organi di partito. Allo stato attuale rimaniamo in contatto per il Consiglio comunale".