Wuhan: non 2’500 morti, ma 40’000?

Wuhan: non 2’500 morti, ma 40’000?

Marzo 30, 2020 - 12:33
Posted in:

Una stima basata sul numero di urne a Whuan indica che il numero di morti potrebbe essere di molto superiore a quello comunicato ufficialmente dalle autorità cinesi.

Fin dall'inizio dell'epidemia si sono mosse accuse al Governo cinese di nascondere le reali cifre del contagio dell'epidemia di nuovo coronavirus. I criteri per conteggiare il numero di vittime sono per altro cambiati in durante la diffusione del contagio in Cina. 

Nell'area metropolitana di Wuhan, al centro dell'epidemia, il numero ufficiale certifica 2535 morti legati al covid-19 e 50'000 casi di contagio. C'è tuttavia chi ha messo in dubbio questa cifra, e parla addirittura di 40'000 morti. 

L'ipotesi, perché di questo si tratta, nasce dalla base di una stima basata sull'enorme numero di urne funebri giunta nelle 8 onoranze funebri ritornate attive dal 23 marzo a Wuhan e le lunghissime file di parenti in coda per ritirarle. Un’inchiesta del quotidiano cinese Caixin, ripreso in inglese dal sito Shanghaiist, scrive che in una delle onoranze funebri della Città vengono distribuite 500 urne al giorno fino al 4 aprile, in cui cade la celebrazione del giorno dei morti (Qingming). Se ciò valesse per tutte si arriverebbe a un numero totale di 40'000. Inoltre secondo Caixin alla maggioranza delle persone morte non sarebbe stato fatto il tampone e così non figurerebbero nella statistica ufficiale. L'ipotesi è che le urne debbano servire proprio per il Qingming, il 4 aprile, ma a dire il vero la festività non si terrà, come osserva Il Sole 24 Ore, visto che è stata annullata dalle autorità. I giornalisti del Time hanno provato a contattare le altre onoranze funebri, ma non hanno ottenuto risposta sulle cifre. 

Difficile dire se il calcolo fatto sulla base delle urne effettivamente corrisponda al numero di morti (non per forza da coronavirus, visto che è probabile che durante i drammatici giorni di ospedali al collasso, anche pazienti con altre patologie possano non avere ricevuto le cure necessarie). Ad ogni modo è probabile che la cifra di 2535 morti si in realtà più alta, anche alla luce del fatto che il dato sulla mortalità cinese sarebbe più basso di quello registrato da quando la pandemia si è diffusa in Europa.